domande
frequenti

Domande generali

Voglio candidarmi per un posto di lavoro, come faccio?

Le offerte di lavoro sono di regola messe a concorso. Ciò significa che gli annunci sono consultabili sugli organi ufficiali (Foglio Ufficiale) oppure, in alcuni casi, anche sui quotidiani.

I posti di lavoro rivoleti alle persone con rendita AI sono pubblicati unicamente sul nostro sito web.

Quali sono i vantaggi per i membri individuali?

I membri individuali di inclusione andicap ticino che pagano una tassa annuale di almeno CHF 40.00 ricevono una tessera che permette loro di approfittare di diversi sconti sul territorio ticinese.

La lista partner e relativa scontistica aggiornata è disponibile qui.

Formazione

Mio figlio ha una disabilità, posso candidarlo per un posto di apprendistato? Come faccio?

Purtroppo i posti di formazioni sono assegnati su mandato dell’assicurazione invalidità (AI), non è quindi possibile sottoporci una candidatura spontanea.

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi alla signora Graziella De Nando, responsabile della formazione: graziella.denando@inclusione-andicap-ticino.ch

Sport

Quali sono i gruppi sportivi affiliati?

I gruppi sportivi affiliati sono sette:

  • Gruppo Paraplegici Ticino
  • Gruppo Sportivo Società Silenziosa Ticinese dei Sordi
  • Gruppo Sportivo Invalidi Tre Valli
  • Società Invalidi Sportivi del Locarnese
  • Gruppo Sportivo Integrato del Bellinzonese
  • Sport Invalidi Lugano
  • Sport Insieme Mendrisiotto

Lavoro

Come e quando posso contattare il settore Azienda?

È possibile contattare i collaboratori
lu- ve dalle 8.30 alle 11.30 e dalle 14.00 alle 16.30 allo 091 850 90 50
oppure scrivendo una mail a azienda@inclusione-andicap-ticino.ch

Qual è l’orario di apertura del settore Azienda?

Il settore Azienda è aperto tutti i giorni
lu-ve dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 13.30 alle 17.00.

Contatti:
azienda@inclusione-andicap-ticino.ch
091 850 90 50

Consulenza giuridica

Come e quando posso contattare i giuristi per richiedere una consulenza?

CONSULENZA GIURIDICA – ASSICURAZIONI SOCIALI

Per informazioni o richieste di consulenza potete telefonare allo 091 850 90 20 nei seguenti orari:
lunedì / martedì: 9.00 – 11.00 / 14.00 – 16.00
mercoledì / giovedì: 9.00 – 11.00
Si riceve solo su appuntamento.

CONSULENZA GIURIDICA – PARITÀ DI DIRITTI

Per informazioni, richieste di consulenza potete telefonare allo 091 850 05 40 nei seguenti orari:
lunedì / martedì:  14.00 – 16.30
oppure inviare una richiesta via mail all’avv. Paola Merlini: paola.merlini@inclusion-handicap.ch
Si riceve solo su appuntamento.

Barriere architettoniche

Ho urgente bisogno di contattare l’architetto, come faccio?

Il sig. Luca Bertoni, architetto di inclusione andicap ticino, è raggiungibile anche sul telefono cellulare chiamando lo 079 682 92 55. È importante lasciare sempre un messaggio con il proprio nome e numero di telefono per essere richiamati.

Quali sono le misure da adottare negli edifici residenziali affinché questi risultino accessibili agli anziani?

Trattandosi di un fenomeno prevedibile, diventa assolutamente necessario evitare di trovarsi impreparati in tale frangente iniziando già sin d’ora ad analizzare tutte le questioni che in futuro potrebbero rivelarsi problematiche.

Quali sono le misure da applicare nel campo dell’edilizia privata per ovviare agli inconvenienti cui potrebbero trovarsi le persone delle persone anziane è presto detto: sono sufficienti quelle già previste nel campo della disabilità. Un anziano che dovesse confrontarsi con problemi di difficoltà motoria, con il sopraggiungere di un abbassamento dell’acuità visiva o con una diminuzione dell’udito rientra automaticamente nel novero delle persone con disabilità motorie o sensoriali e come tale va considerata nel campo della progettazione. In pratica per progettare uno stabile accessibile alle persone anziane è sufficiente applicare correttamente la Norma SIA 500.

Per maggiori dettagli visitare la sezione area download.

All’ingresso di uno stabile, a quale altezza devono trovarsi le cassette delle i citofoni e i dispositivi di comando?

In uno stabile plurifamiliare i citofoni ed almeno una parte di cassette postali devono essere raggiungibili da una persona in carrozzella. Secondo i criteri espressi ai punti 1.1, 6.1 e 9.6 della norma, tali dispositivi devono essere ubicati ad un’altezza da cm 80 a cm 110 dal suolo ed avere uno spazio libero di cm 70 da entrambi i lati.

Questi criteri sono validi per tutti quei dispositivi di comando quali: gli interruttori della luce, i tasti di comando, le pulsantiere degli ascensori e le fessure per l’introduzione di tessere, di monete, di gettoni o altro.

Infine, davanti alle cassette postali, è consigliata la creazione di un atrio o di un’area libera avente una profondità minima di cm 130 e una larghezza di cm 80.

Per maggiori dettagli visitare la sezione area download.

Ascensori: quali sono le dimensioni minime previste dalle normative?

Le dimensioni minime della cabina devono essere di cm 110 per la larghezza e cm 140 per la profondità, mentre la porta deve avere una larghezza in luce di cm 80.

Le misure citate sono valide per gli stabili amministrativi, gli edifici residenziali e per tutti gli stabili soggetti all’accessibilità secondo l’art. 30 LE o secondo la Legge Federale (LDis).

Nei grandi magazzini come pure nei luoghi con un forte afflusso di pubblico la grandezza raccomandata è di cm 110x 200.

Qualora siano previsti degli accessi opposti, le porte vanno inserite sui lati minori della cabina. Qualora invece gli accessi fossero su due lati adiacenti, allora la cabina dovrà presentare una dimensione minima di cm 140×140.

I pianerottoli antistanti gli ascensori devono presentare una superficie minima di cm 140×140 ed essere scevra da ingombri.

Infine le pulsantiere sono da prevedere ad un’altezza compresa fra cm 80-120.

Infine le pulsantiere sono da prevedere ad un’altezza compresa fra cm 80-120.

Per maggiori dettagli visitare la sezione area download.

Ascensori: quali sono le dimensioni minime del vano di contenimento previste dalle normative?

Le dimensioni del vano di contenimento di un ascensore variano da costruttore a costruttore.

Tra i principali costruttori la Schindler richiede una profondità minima di cm 175, mentre la Otis richiede una profondità di cm 165-180 a dipendenza della ubicazione della porta (cm 165 con la porta al piano e cm 180 con la porta installata nel vano).

Un vano standard di cm 160 x 180 (larghezza x profondità) è quello più indicato dai costruttori.

Per ascensori con ingressi adiacenti le dimensioni del vano di contenimento, secondo indicazioni della Schindler, sono di cm 206×180, mentre la Otis non produce questa tipologia di ascensori.

Dimensioni indicative del vano per un ascensore da 630 kg – 8 persone.

Si rende attenti che in sede di verifica delle domande di costruzione qualora la cabina dell’ascensore presentasse dimensioni inferiori a quelle indicate nella Norma SIA 500, inclusione andicap ticino potrebbe esercitare il diritto di opposizione. Anche se il vano in muratura risultasse corretto.

Per maggiori dettagli visitare la sezione area download.

È corretto che le persone in carrozzella e i disabili in genere debbano pagare il posteggio?

Generalmente inclusione andicap ticino richiede alle istituzioni misure che possano compensare gli svantaggi derivanti da un andicap secondo quanto sancito dalla legge.
Nel caso dei parcheggi, la stessa denota una quota specifica di aree di sosta accessibili (1 unità ogni 50). La legge non specifica in effetti se le aree di sosta debbano essere o meno a pagamento, semplicemente per il fatto che la presenza stessa di un parcheggio denota già di per sé la compensazione di uno svantaggio, e dunque il ristabilire una situazione di parità. Se tutti gli utenti di un autosilo sono tenuti a pagare una quota a dipendenza del tempo di sosta, così, sempre per un principio di parità, deve essere anche per le persone che usufruiscono degli spazi accessibili.
A nostro modo di vedere, dunque, il pagamento deve essere dovuto anche da utenti con disabilità.

Barriere architettoniche

Ho problemi tecnici con il sito Swisstrotter, cosa faccio?

Per problemi tecnici è necessario chiamare l’helpdesk allo 091 850 90 30

oppure

inviare una mail a support@swisstrotter.ch

 

The Gallery Of Life

Dolor sit amet conse ctetur aipemo

Come sostenerci

Nulla porttitor accumsan tincidunt proin eget tortor risus pellen tesque ipsum idon orci.

Porttitor accumsan tincidunt proin eget tortor risus pellen tesque ipsum idon orci porta dapibus vestibulum acimo diam sit amet quam